Giocare fa sempre bene? Certo che sì!

Tempo di lettura stimato: 5 min

Buongiorno amiche e amici! Oggi mi esibisco per voi facendo una delle mie cose preferite, il giocoliere! Perché proprio oggi? Beh, perché questo mese c’è una giornata dedicata proprio a me! Ok, va bene, non proprio solo a me, anche se sarebbe bello non credete? Però il terzo sabato di giugno è la Giornata Mondiale della Giocoleria! è stata creata dalla International Jugglers’ Association, che è nata nel 1947 e che rappresenta un punto di riferimento per i giocolieri in tutto il mondo, me compreso!

La giocoleria è una pratica che richiede due caratteristiche, impegno e soprattutto.. voglia di divertirsi! In fondo anche il termine giocoleria contiene la parola più divertente di tutti: “gioco!”.
E giocare è fondamentale, non solo da piccoli ma anche da adulti, sapete perché?
Prima di tutto scarica lo stress, ma senza competizione, anche mentre eseguite i trick da giocolieri provetti (proprio come me!) non c’è spazio per il cattivo umore, l’unica cosa che conta è divertirsi. E se riesce il trick, ancora meglio!

Vi ricordate quanto tempo trascorrevate a giocare da piccoli? Noi al formicaio giochiamo sempre, e anche tu puoi giocare con noi!
C’è un motivo se il gioco è associato alla spensieratezza e alla felicità dell’infanzia, ed è che…giocare fa essere spensierati e felici! Nessun trucco, bastano pochi minuti al giorno per farsi una risata e per mettere da parte un po’ di buonumore.

Non sono il primo a parlare di un “fanciullino interiore”, dentro ognuno di noi c’è un bambino che non vede l’ora di giocare. E chi ha davvero un fanciullino di cui prendersi cura ha un motivo in più per giocare, giocolare, insomma lasciarsi andare: sarete i genitori più fighissimi del mondo!

E poi giocare ha altri effetti positivi sulla mente di grandi e piccini, a parte farvi morire dalle risate si intende! Ad esempio sapevate che giocare tiene in allenamento il cervello? Stimola la capacità di ragionamento, la coordinazione, e anche la propria flessibilità mentale. Infine, insegna a non prendersi troppo sul serio, ecco perché i benefici del gioco si riflettono anche su altri aspetti della vita di tutti i giorni. Insomma giocare fa bene all’anima! E giocolare anche, e se imparate bene poi ci mettiamo a giocolare insieme!

In fondo il gioco è un aspetto così naturale che da sempre si trovano tracce di attività ludiche nella storia dell’uomo, e anche in quella delle formiche naturalmente.
Le prime testimonianze storiche che riguardano la giocoleria, ad esempio, si possono trovare nelle tombe di Beni-Hassan, nell’Antico Egitto, dove in un affresco datato 2600 a.C. sono rappresentate delle donne che giocano con tre palline.
E il mio amico Galileo, che ama tanto studiare la storia, mi ha raccontato che nell’Antica Grecia ci sono un sacco di reperti come vasi e affreschi che rappresentano dei giocolieri intenti a giocolare con diversi oggetti.

Anche gli Antichi Romani si divertivano con la giocoleria, solo che i giocolieri romani facevano pratica lanciando spade e lance, che paura! Mi raccomando, voi non fatelo che è pericoloso! Piuttosto le palline, quelle per giocolare sono fatte apposta e sono morbide. Si chiamano “beanbags” che letteralmente significa “sacchetti di fagioli”, perché come dice il nome stesso consistono in pacchettini di stoffa, pelle o a volte gomma, riempiti di sabbia o semi. Altroché spade!
Poi anche i Romani hanno capito che forse era più conveniente lanciare qualcos’altro, e infatti le testimonianze che sono arrivate fino a noi indicano che anche i primi giocolieri famosi come tali che conosciamo oggi utilizzavano delle palline. Ne avete mai sentito parlare? C’era Targatus Ursus, che giocolava con delle sfere. Però non aveva ancora imparato bene la lezione, quindi queste sfere erano di vetro!
Sidonius Apollinaris invece divenne famoso perché intratteneva le truppe con tre palline, finalmente qualcosa di innocuo! E infine Settimo Spika, che viene raffigurato in compagnia di sette palline: un giocoliere a tutti gli effetti! Io invece sono Joker, e tra le formiche sono sicuramente il giocoliere più… simpatico! E voi, amiche e amici, avete già scelto il vostro nome d’arte?