Halloween si veste di buonumore!

Tempo di lettura stimato: 3 min

Ciao amiche e amici! Oggi sono di buonumore perché ho realizzato che questo mese si festeggia una delle mie feste preferite, Halloween! Qua al formicaio sono già iniziati i preparativi e le mie amiche For, Mi & Ca sono pronte ad occuparsi dei trucchi mostruosi. Sono un po’ indecisa ancora: strega o fantasma? Si accettano consigli.

Ma voi conoscete l’origine di Halloween? La tradizione collega questa festa a un’antica cerimonia celtica, in cui i sacerdoti si recavano nella foresta dove accendevano numerosi falò e trascorrevano All-Hallows-Eve tra balli del buonumore e offerte agli dei. La mattina seguente i tizzoni venivano distribuiti a ogni famiglia come segno propiziatorio e si dice che tenevano lontani gli spiriti maligni. 

Esiste un aneddoto molto divertente che riguarda le zucche! La tradizione del famoso Jack o’ Lantern, la classica zucca intagliata, ha un origine molto lontana. In principio i celti usavano inserire un tizzone ardente dentro le rape per illuminare la strada buia. Quando poi i primi inglesi raggiunsero l’America scoprirono alcune enormi zucche e decisero di sostituirle alle rape.  Millosamente paurose!

E lo sapevate che esiste la fobia di Halloween?  Ebbene sì, si chiama Samhainofbia. Questo nome deriva da Samhain, il termine celtico che indica la giornata di fine dell'estate. Spesso questa paura si associa alla phasmofobia-paura dei fantasmi, la wiccafobia-la paura delle streghe e la nictofobia-la paura dell'oscurità notturna.

Ma il momento che io e Fantasy preferiamo è “dolcetto o scherzetto”? La sera del 31 ottobre ci vestiamo super spaventosi e andiamo a bussare alle porte dei nostri amici e vicini per raccogliere tutte le caramelle e i cioccolatini. E quest’anno abbiamo un nuovo, milloso e mostruosissimo secchiello a forma di mummia (link). Ma amici e amiche, volete sapere come fare? Prendete un secchiello di plastica, quello che avete usato quest’estate per fare i castelli di sabbia, e incollate sul davanti un cartoncino nero della stessa altezza del secchiello e largo circa 10 cm. Ora ricoprite tutto il secchiello con una garza bianca o con fogli di Cartacamomilla lasciando scoperto un pezzettino di cartoncino nero, che servirà per applicare gli occhi. Tagliate il materiale in eccesso che copre il buco e applicate, o disegnate, due occhi belli grandi sul cartoncino. La vostra mummia-secchiello è pronta. 

Ora dovete solo invitare i vostri amici per trascorrere insieme una notte spaventosa tra streghe, vampiri, fantasmi e scheletri. Quale sarà il vostro travestimento?