Nelson Mandela Day

“È facile abbattersi e distruggere. Gli eroi sono coloro che fanno pace e costruiscono”. 


Chi ha detto queste splendide parole? Nasceva il 18 Luglio del 1918 e per tutta la vita ha combattuto per far sì che i diritti delle minoranze venissero riconosciuti: Nelson Mandela.
Approfittiamo del Nelson Mandela Day, la Giornata mondiale a lui dedicata, per riflettere su quanto davvero l’azione di una persona possa fare la differenza! Sì, perché impegnarsi per qualcosa, agire per cambiare quanto ci sembra ingiusto o sbagliato, infonde coraggio, dà il buon esempio, spinge a collaborare e a restare uniti per raggiungere un obiettivo. Quello che facciamo io e i miei amici qui nel formicaio, collaborando e dandoci una mano tutti insieme!
La giornata Internazionale di Nelson Mandela è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2009, come riconoscimento per il suo contributo dato alla cultura della pace e della libertà.
Quando aveva solo 22 anni Nelson Mandela scelse di lottare in prima persona per la liberazione del regime sudafricano, che negava diritti politici, sociali e civili alla maggioranza nera sudafricana.  
Quando nel 1948 vinse il Partito Nazionale, con una politica pro-segregazione razziale, Mandela si distinse nella campagna di resistenza, e non solo ebbe un ruolo importante nella stesura della Carta della Libertà, cioè il programma della causa anti-discriminazione, ma fondò un ufficio legale con l’amico avvocato Oliver Tambo per fornire assistenza gratuita per chi, trattato ingiustamente, era senza rappresentanza legale.
Nel 1963 venne arrestato e venne liberato dopo 27 anni di reclusione, l’11 Febbraio del 1990, dopo la pressione internazionale e del partito ANC (African National Congress), di cui Mandela, una volta libero, divenne presidente. 
Non solo, concorse contro il presidente per la nuova carica di presidente e vinse le elezioni, diventando presidente del SufAfrica dal 1994 al 1999.
Quello che Mandela ha lasciato in eredità è quello che sta dietro a nostro motto “Abbracciamo il mondo” (): perché ovunque nel mondo tutti devono avere lo stesso valore, gli stessi diritti a vivere una vita libera da razzismo e pregiudizi. Mandela non ha cambiato solo il suo paese, ma anche il resto del mondo, perché saremmo noi a seguire il cambiamento positivo che la sua figura ispira: il rispetto per la terra e tutti i suoi abitanti, l’amore, il desiderio di cambiare sempre per il meglio sono i motori del mondo!