Mare o montagna, igiene in viaggio!


Qualunque sia la meta di un viaggio, c’è qualche consiglio sull’igiene che può tornare sempre utile. Più che un consiglio, qualche curiosità, qualche accortezza in più che magari non sapevate. Ma se leggete qui, ci laviamo via, tutti insieme, ogni dubbio! 
Prima cosa, stare sempre attenti a dove si mettono le mani perché come dico più e più volte qui nel mio mondo: “una mano pulita è una mano pronta all’uso!“

Quindi, quando siete in viaggio, fate sicuramente attenzione a dove appoggiate le mani ! Specialmente nei luoghi molto frequentati come gli autogrill o i bagni dei ristoranti, soprattutto alle maniglie, ai rubinetti e agli asciugamani elettrici. Lì ci sono dei batteri! E stando ad uno studio condotto dall’Università di Milano, stilato insieme a Sofidel, quei luoghi sono più “pericolosi” dei sedili di aerei e treni, o dei touchscreen delle biglietterie o dei chek-in. 

E, strano a dirsi, ma non è tanto la tavoletta del WC ad essere “contagiosa”. Certamente ci vuole accortezza nell’usare un bagno comune, ma i batteri sono in agguato quando tirate l'acqua! Meglio coprirsi la bocca e allontanarsi dopo aver tirato l’acqua, perché lì sì che potreste “respirare” batteri.  Lo so, lo so, non è mai bello parlare di queste cose ma bisogna conoscerle, per evitarle! Come dice sempre anche il mio amico Galileo. Ah, ovviamente voi cercate sempre di lasciate tutto pulito per rispetto del prossimo che arriverà dopo di voi!

Ora, dopo aver toccato la maniglia della porta del bagno e avere aperto il rubinetto per lavarvi le mani, asciugatele con della carta invece che con il getto d’aria. Questo perché il getto può propagare germi mentre con la carta potrete uscire tranquillamente appoggiandola sulla maniglia. 

E se siete in albergo? Preferibile la doccia alla vasca!

E se siete ai tavolini di un ristorante o di un bar, cercate di non appoggiare le posate sul tavolo. 


Insomma, imparare l’igiene serve sempre: anche in vacanza!