Il cappotto solare.

Realizzato dallo stilista giapponese Junya Watanabe, questo cappotto di alta moda promette di ricaricare un iPhone solo con l'energia solare.

È la tecnologia che abbraccia l'alta moda. Sì perché il famoso stilista giapponese Junya Watanabe, in forze alla casa di moda Comme des Garçons, ha realizzato il primo cappotto solare capace di ricarica alcuni device, come gli smartphone.

I quattro piccoli pannelli solari di circa 15 centimetri cattureranno l'energia del sole mentre si starà all'aperto e convertirà i raggi solari in energia elettrica che verrà a sua volta accumulata in una batteria contenuta all'interno del capo d'abbigliamento. Da qui è possibile poi collegare un telefono e ricaricarlo nel momento del bisogno.

Il cappotto facendo parte di una collezione di alta moda non sarà certo alla portata di tutti, perché costerà sui 2000 euro. Ma la cosa che più conta in questo caso è che la tecnologia fotovoltaica in grado di produrre energia rinnovabile entri nel mondo della moda, spesso lontano da questi temi, se non per sporadici episodi.

Quel che è certo è che questo “esperimento” non è il primo in assoluto. Tommy Hilfiger ha messo in vendita già qualche anno fa due modelli, rispettivamente per uomo e per donna, con una tecnologia del tutto simile: anche questi capaci di ricaricare tranquillamente uno smartphone che molti di noi oggi utilizziamo. La giacca costava tra l'altro decisamente meno; poco meno di 600 euro. Peccato fosse un'edizione limitata.

Ma gli esempi non si fermano qua. Si va dal bikini solare, alla t-shirt, alla collana, fino ad arrivare allo zaino dotato di pannelli fotovoltaici; decisamente più comodo e probabilmente in grado di funzionare non deludendo le aspettative. Di sicuro si sta andando verso un futuro non troppo lontano dove la tecnologia andrà a braccetto con il mondo dell'abbigliamento, permettendoci di vestire con capi sempre più intelligenti.

Fonte: lifeate.it