Pannelli solari sull'acqua, risorsa in più.

Amare il nostro pianeta significa fare sempre più attenzione ai cambiamenti climatici, alle risorse che offre e cercare di proteggerle, perché il nostro pianeta non è inesauribile ed ogni idea che può offrire soluzioni intelligenti per la sua tutela va divulgata, usata e premiata. Come ad esempio l'utilizzo dei pannelli solari, una scoperta che ormai offre valide alternative: ad oggi non solo funzionano anche quando il sole non c’è ma anche quando piove e, novità delle novità, esiste anche un impianto solare galleggiante. Un novità che arriva dalla Cina la quale negli ultimi anni anni ha detto stop alla crescita economica a spese dell’ambiente e questo sì che significa "abbracciare il mondo"! Nato nella provincia dello Anhui, una regione molto ricca di miniere di carbone, l'impianto solare galleggiate è stato creato e installato in un lago creatosi in una vecchia miniera di carbone. Questo perché grazie ai pannelli distribuiti sulla superficie del lago,  l’acqua evapora meno e quindi viene ottimizzata come risorsa per altre attività e inoltre l’acqua è perfetta per migliorare le prestazioni perché l'impianto solare funzionano decisamnete meglio se mantenuto al freddo. Un po' di numeri? Beh, qui si producono circa 40 MegaWatt! Per dirla semplice, un quantitativo di energia sufficiente a riscaldare tra le 15 e le 30 mila abitazioni. Questo impianto non è l’unico realizzato recentemente in Asia. Sempre l'anno scoso è stato completato l’impianto di Longyangxia Dam, in Tibet, oggi è uno dei più grandi del mondo. Insomma, la Cina è diventata un esempio da seguire, soprattutto perché si è prefissata un traguardo importante: arrivare al 20% dei consumi nazionali di energia rinnovabile entro il 2020. Direi proprio che ha mostrato pienamente di fare spazio all'ambiente, alla natura e a noi cuori verdi!