Plastic Bag Free Day

Tempo di lettura stimato: 2 min

Sarà che sono la Regina della carta, anzi, della Cartacamomilla ma io preferisco nettamente la carta alla plastica. Carta e cartone sono i leader dell’ecosostenibilità, perchè il processo di biodegradabilità della carta richiede all’incirca un paio di settimane, mentre la plastica non è assolutamente biodegradabile, anzi! È reputato uno dei materiali più inquinanti del pianeta (si stima che  per smaltirsi richieda circa 100 anni). 

Pensate che è stato stimato che, se l’inquinamento da plastica dovesse continuare, il rischio maggiore sarà che ci saranno tante particelle di plastica quanti pesci ci sono nel mare (questo perché la maggior parte della plastica finisce ad inquinare gli oceani.)
Ecco perché oggi vi parlo dell’ International Plastic Bag Free Day, cioè la giornata internazionale senza i sacchetti di plastica: un’ottima occasione per riflettere sui danni che questo materiale provoca al bel Pianeta Blu. 
La giornata senza le buste di plastica è nata come una campagna internazionale, creata dagli attivisti di associazioni come Zero Waste Europe e GAIA, e si celebra il 3 Luglio. Data l’eco raggiunta da questa prima campagna di sensibilizzazione creata nel 2009, è stata istituita successivamente questa giornata che quest’anno arriva alla nona edizione (fonte: plasticbagfreeday.org) 
Una giornata importante che aiuta a sensibilizzare ancora di più sulla reale esigenza di abbandonare la plastica monouso per soluzioni alternative e più adatte al pianeta blu. E che chi ha un cuore verde come me e voi, sa perfettamente quanto sia importante comportarsi nel modo migliore per difendere il mondo nel quale viviamo. 
Ma vediamo il bicchiere mezzo pieno e diamo qualche buona notizia: l’Unione Europea ha approvato due obiettivi, il primo dovrebbe essere raggiunto nel 2019, il limite dei consumi sarà di 90 sacchetti di plastica a persona (la metà, rispetto al 2010!) e il secondo ha data di scadenza nel 2025, fissando il limite ad una soglia ancora più bassa con 40 sacchetti di plastica a testa in un anno.