Un pianeta di curiosità!

"Il paradiso è sotto i nostri piedi, così come sulle nostre teste."(Henry David Thoreau)
Oggi più che mai diamo spazio a tutti i cuori verdi che sono curiosi di conoscere a fondo questo vero e proprio paradiso che è il nostro pianeta blu.

Sappiamo che è importante proteggerlo da inquinamento e riscaldamento globale. Sappiamo che ci sono moltissime specie diverse di piante e animali che lo rendono un unico patrimonio di biodiversità. Crediamo di conoscere tutte le bellezze del pianeta, anche se ne abbiamo visto solo una piccolissima parte.

Del resto, c’è chi si perde a contemplare la bellezza di un singolo stelo d’erba, dell’attorcigliarsi geometrico di una conchiglia, chiedendosi se ai avremo la fortuna div edere svelati i misteri della nostra terra.

Forse sì, forse no, ma intanto io, che di terra me ne intendo, sono andato alla ricerca delle curiosità più incredibili sul nostro pianeta, scommettiamo che non le conoscevate? Eccole qui! Il pianeta è ricoperto di polvere di stelle.

Esatto, avete capito bene! Ogni anno si depositano al suolo circa 40000 tonnellate di polvere cosmica, che però è impercettibile ai nostri occhi. Si tratta di un complesso di piccole particelle di materia, fatto di carbonio, nichel e altri elementi, e che possiamo persino respirare.

Anche noi siamo fatti in piccola parte di polvere di stelle! Il luogo più arido della terra, il deserto di Atacama (*nella foto la valle della Luna), in Cile, si trova per ironia della sorte proprio vicino alla maggiore riserve di acqua del pianeta: l’oceano Pacifico.

Ah, e altra curiosità: l’Atacama è un luogo freddo! E in alcune zone, non vivono nemmeno i cianobatteri. Tanto che il suo ecosistema viene studiato dalla nasa per essere messo in confronto con altri luoghi inospitali del sistema solare. 

Sapete qual è il punto più profondo della terra? È la Fossa delle Marianne, nell’Oceano Pacifico, che raggiunge gli 11000 metri sotto il livello del mare. Ci starebbe comodamente il monte Everest, che raggiunge gli “scarsi” 8848 metri ed è il punto più alto del pianeta. Nel mondo esistono rocce che camminano da sole e dune che cantano. Nessuno scherzo! Le pietre che si muovono da sole sono a Racetrack Playa, un lago asciutto nella Death Valley. Nel 2014, è stato svelato il mistero. Sembrerebbe che le pietre scivolino solo in determinate condizioni meteorologiche, quando sul terreno si forma un sottile strato di ghiaccio e le rocce vengono sospinte dalla forza del vento

Le dune canterine, invece, non sono un fenomeno isolato, anzi è possibile udirlo i 30 diverse zone del mondo! È il suono che la sabbia fa quando c’è vento e scivola giù dalle dune. Così mentre quelle dei deserti marocchini intonano un sol diesis, le dune del deserto dell’Oman raggiungono circa 9 differenti note! 

Esiste nel nord-ovest del Venezuela una tempesta di fulmini continua, che dura per quasi 10 ore al giorno per oltre 140 giorni l’anno. Accade nel punto in cui il fiume Catatumbo incontra il lago Maracaibo, e la tempesta raggiunge i 20 lampi al minuto!

Un fenomeno affascinante che si origina da una grande massa di nuvole temporalesche, creando il Relámpago del Catatumbo. Alcuni scienziati stimano che le specie viventi sul pianeta vadano dai 5 ai 100 milioni e noi ne abbiamo identificati solo 2. Sarà perché abbiamo esplorato solo il 5% degli oceani? Che bello il nostro Pianeta Blu!